Monastero dei Benedettini di Catania: tra cultura, storia e architettura

Il Monastero dei Benedettini di Catania è una di quelle tappe irrinunciabili per chi trascorre qualche giorno a Catania. Dal fascino mistico e da un’ architettura tardo-barocca siciliana, il monastero è uno dei complessi benedettini più grandi d’Europa divenuto patrimonio mondiale dell’Unesco nel 2002.

Scopritelo insieme a Sicilying!

Un po’ di storia

interni in marmo
© Monasterodeibenedettini.it

Il Monastero dei Benedettini di Catania venne costruito dai monaci cassinesi nel 1558, e nel 1669 la zona fu colpita da una potente eruzione dell’Etna che modificò drasticamente il paesaggio intorno distruggendo la chiesa annessa al monastero.

Scopri i misteri di Catania 

Tra terremoti ed eruzioni

Monastero dei Benedettini di Catania: il giardino
© Monasterodeibenedettini.it

La ricostruzione del monastero iniziò nel 1987, ma nel 1963 un’ennesima calamità naturale, ovvero un terremoto, lo rase quasi del tutto al suolo lasciando integri solo il piano interrato e parte del primo piano. Le ricostruzioni non cominciarono subito, ma ben nove anni dopo; tuttavia fu un’attesa ben ricompensata in quanto la struttura fu ingrandita, migliorata e rinnovata in stile barocco conservando tutte le aree dedicate ai monaci.

Divenne così il secondo monastero più grande d’Europa dopo quello di Manfra in Portogallo. La Chiesa, che avrebbe dovuto essere la più importante dell’isola, rimase però incompiuta. Sebbene alcuni aspetti del monastero vennero lasciati incompiuti, la positività e l’iniziativa del popolo catanese lo spinse ad utilizzare la lava dell’Etna per la realizzazione di parte dei due giardini pensili e dell’orto botanico, soprannominato la villa delle meraviglie. 

Il recupero

tra antico e moderno
© Monasterodeibenedettini.it

Nel 1980 l’Università di Catania affidò a Giancarlo De Carlo il recupero del Monastero dei Benedettini e il suo adattamento a sede universitaria. L’intervento di recupero ha portato all’introduzione di elementi fortemente contemporanei, che si aggiungono agli “antichi” rievocandone la forza e restituendogli inoltre una nuova identità. Il Progetto di De Carlo nel 2004 diviene oggetto dell’esposizione Des lieux, des hommes al Centre Pompidou di Parigi. Quattro anni dopo, nel 2008, il Monastero viene riconosciuto come “Opera di Architettura Contemporanea” dalla Regione Siciliana.

Orari di apertura

Il monastero dei benedettini di Catania è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00, in Agosto dalle 11:00 alle 18:00.

Come arrivare

Autobus:
dalla piazza Borsellino (Porto, Archi della Marina), prendere la Linea Circolare 503 e scendere in piazza Dante. Da piazza della Repubblica (Stazione Centrale) prendere il 902, e scendere in via Vittorio Emanuele dopo il Teatro Romano; proseguire a piedi da via Quartarone fino a piazza Dante.

Transfer privato: possiamo organizzare per voi un transfer dalla vostra struttura ricettiva.

A piedi o in automobile:
seguire i percorsi desiderati e stabiliti sulla base delle seguenti indicazioni geografiche o sulla mappa sottostante

Coordinate:
37.503638,15.080558
Latitudine: 37°30’15.54”N
Longitudine: 15° 4’46.99”E

Leave a Reply

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.